Come lo si prega - Madonna Addolorata del Perdono

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come lo si prega

Pregate, Pregate, Pregate > Il Rosario

La Corona del Rosario

Strumento tradizionale per la recita del Rosario è la Corona. Nella pratica più superficiale, essa finisce per essere spesso un semplice strumento di conteggio per registrare il succedersi delle Ave Maria. Ben altra considerazione, invece, si può giungere ad avere della Corona, se la si considera come espressione di quell’amore che non si stanca di tornare alla persona amata con effusioni che, pur simili nella manifestazione, sono sempre nuove per il sentimento che le pervade. Da notare è come la Corona converga verso il Crocifisso, che apre così e chiude il cammino stesso dell’orazione. In Cristo è centrata la vita e la preghiera dei credenti.

Si fa il Segno della Croce dicendo:
Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
V- O Dio, vieni a salvarmi.R- Signore, vieni presto in mio aiuto.V- Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.R- Come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Sempre sulla Croce si prega il Credo

Si recita il Padre Nostro.
Si recita un'Ave Maria per la Fede, una per la Speranza e una per la Carità.
Si recita il Gloria al Padre.
Si enuncia il Mistero poi si recita il Padre Nostro.

Si recita l'Ave Maria per 10 volte
alla fine della Decina si recita
il Gloria al Padre,
seguito dalla preghiera di Fatima:
«
Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».
(la Madonna a Fatima, 13 Luglio 1917)

ricapitolando:

  • Enunciazione del Mistero

  • Padre Nostro

  • 10 Ave Maria

  • Gloria

  • Gesù mio perdona le nostre colpe….

  • Si può anche aggiungere dopo il Gloria: “ Mio Dio! Io credo, adoro, spero e Vi amo. Vi chiedo perdono per tutti quelli che non credono, non adorano, non sperano e non Vi amano”.

( L’ Angelo della pace ai tre bambini di Fatima, primavera 1916 )


  • Al  termine delle cinque decine si prega la Salve Regina

  • Litanie lauretane

Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di  venti “ misteri “ ( eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

Le corone comprendono:
Misteri Gaudiosi ( Lunedì e Sabato ),
Misteri Dolorosi ( Martedì e Venerdì ),
Misteri Gloriosi ( Mercoledì e Domenica ),

Misteri Luminosi ( Giovedì ).
Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti.
Per aiutare l’itinerario meditativo – contemplativo del Rosario, ad ogni mistero ci permettiamo di proporre una breve riflessione augurandoci che possa essere d’aiuto nella preghiera.


Torna ai contenuti | Torna al menu